Voucher e assistenza PID per vincere la sfida della digitalizzazione

 

 

potenza_logo-camera_2_0.png
 

facebook.png

 

youtube.png

 
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

 

 

Voucher e assistenza PID per vincere la sfida della digitalizzazione

Le digital promoter insieme al responsabile AQI Vincenzo D'Elicio

Quarantacinque richieste per il Bando voucher digitale sono attualmente in fase di istruttoria alla Camera di Commercio di Potenza, per una richiesta complessiva di oltre 141.000 euro, somma che supera il plafond messo a disposizione dalla misura, fissato a 119.000 euro. A beneficiarne saranno micro, piccole e medie imprese pronte a cogliere l’opportunità di sottoporsi a consulenze e formazione per elevare il proprio tasso di digitalizzazione. E’ questo uno dei risultati ottenuti dal Pid, il Punto impresa digitale realizzato dalla Cciaa all’interno del piano nazionale Impresa 4.0, nell’ambito di una rete di 88 nodi presenti sul territorio nazionale.
«I Punti impresa digitale sono di fatto il primo livello di contatto delle aziende, utile ad accrescere la consapevolezza sulle soluzioni possibili offerte dalle nuove tecnologie digitali e i relativi benefici», spiega il presidente dell’Ente camerale, Michele Somma.

Il Pid, che offre alle imprese servizi di informazione, formazione, orientamento, assistenza, può contare su due digital promoter, Stella Petruccelli e Annamaria Dichio, che fino a fine 2018 assisteranno le imprese nell’individuazione delle tecnologie più idonee alla singola realtà produttiva, ma anche nell’indirizzamento verso i servizi tecnologici offerti dalle strutture specializzate (Digital Innovation Hub, Ecosistema Digitale per l’Innovazione e i Competence Center).

L’attività di “evangelizzazione” presso le imprese sulle nuove tecnologie abilitanti si spinge in particolare nei percorsi di accompagnamento al self assessment, una sorta di analisi preventiva utile per definire il livello di digitalizzazione di partenza di ogni singola realtà. Un processo prezioso soprattutto per le micro e piccole aziende, quelle che fanno più fatica a comprendere i vantaggi legati all’adozione delle nuove tecnologie.

Le digital promoter sono raggiungibili dal lunedì al venerdì mattina (dalle 9.00 alle 13.00) nella sede di Via dell’Edilizia, con telefono 0971412333 o scrivendo a stella.petruccelli@pz.camcom.it e annamaria.dichio@pz.camcom.it.