Il Parco del Pollino al centro di un itinerario della rete Mirabilia

 

 

potenza_logo-camera_2_0.png
 

facebook.png

 

youtube.png

 
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

 

 

Il Parco del Pollino al centro di un itinerario della rete Mirabilia

Il Parco del Pollino, sito Unesco, è al centro di un itinerario che porterà i turisti a visitare anche Potenza, Sasso di Castalda, Castelmezzano, Pietrapertosa, Monte Sirino, Maratea, e le tante altre meraviglie della Basilicata e del Sud Italia. Mirabilia, il network europeo dei siti Unesco, grazie alle Camere di Commercio aderenti, ha appena pubblicato un catalogo in lingua inglese che ha lo scopo di far conoscere e mettere in rete una serie di luoghi strategici, accomunati dal riconoscimento di “patrimonio mondiale dell’umanità”, per proporre ai visitatori italiani ed internazionali un’offerta turistica integrata e di qualità.
 
«Matera sarà certamente la porta di ingresso alla nostra regione, e dovremo essere bravi ad attrarre i crescenti flussi turistici verso i territori circostanti, accomunando i formidabili asset esperienziali che ci appartengono quali cultura, bellezze naturali e cibo, e creando le condizioni affinché domanda e offerta si incontrino», commenta Michele Somma, il presidente della Camera di Commercio di Potenza che grazie al supporto operativo dell’azienda speciale Forim ha aderito al progetto, realizzando una serie di iniziative già nel 2017.
 
Un gruppo di operatori del potentino ha infatti attivamente partecipato in ottobre a Verona ai BtoB della Borsa Internazionale del Turismo Culturale, ospitando successivamente i buyer in un educational che ha permesso loro di visitare luoghi e strutture ricettive adatti al proprio target di riferimento, e per sperimentare gli itinerari turistici messi a punto con il progetto: visitare il luogo di destinazione nell’ottica proposta dal pacchetto ideato collaudando i servizi, i tempi e la fattibilità dei percorsi proposti. Sul Pollino, poi, si è tenuta un’azione formativa denominata “Experience Lab” su design, management e promozione innovativa dell’offerta turistica esperienziale, per gli operatori che intendono proporre nei pacchetti “standard” anche attività di tipo esperienziale/culturale, vendibili e commercializzabili.
 
La recente pubblicazione del catalogo, che mostra splendide immagini fotografiche dell’APT Basilicata, è l’ulteriore tassello per la strutturazione di percorsi turistici, artistici e culturali di carattere nazionale promossi in un unicum attraverso un brand comune. I prossimi step del progetto, che ha durata triennale e si concluderà nel 2019,  riguardano la promozione e il sostegno dei processi di integrazione della filiera turistica attraverso la costituzione di una rete formale di imprese, denominata Rete Mirabilia, con l'obiettivo di commercializzare i pacchetti integrati strutturati dal progetto. L’azione di rete è stata condivisa con il partenariato e sono stati realizzati incontri presso alcune Camere di commercio per proporre un’offerta completa di prodotti e servizi con particolare riferimento ai settori dell’incoming turistico e della promozione territoriale. Per estendere il progetto a livello europeo, il partenariato si è attivato per definire accordi di collaborazione con le Camere di commercio estere.