Decesso, Recesso ed Esclusione dei soci delle società di persone

 

 

potenza_logo-camera_2_0.png
 

facebook.png

 

youtube.png

 
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

 

 

Decesso, Recesso ed Esclusione dei soci delle società di persone

In base alla Direttiva del 27 aprile 2015 (vedi file allegato) emanata dal Ministro dello Sviluppo Economico d'intesa con il Ministro della Giustizia, il decesso, il recesso e l'esclusione del socio di società di persone di cui agli artt. 2284, 2290 e 2287 del codice civile, costituendo fatti modificativi dell'atto costitutivo, devono essere oggetto d'iscrizione nel Registro delle Imprese.

Obbligati agli adempimenti pubblicitari sono gli amministratori delle società.

Il termine per lo svolgimento dell'adempimento è di trenta giorni dalla data del decesso o dalla data in cui la comunicazione del recesso è divenuta efficace o dalla data in cui è divenuta efficace la decisione di esclusione.

Il ritardo o l'omissione degli adempimenti disciplinati dalla Direttiva comportano l'applicazione delle sanzioni previste dall'art.2630 del codice civile.

Con riferimento ai casi di recesso del socio e nell'ipotesi in cui gli amministratori omettano di eseguire l'adempimento, il socio receduto può promuovere, ai sensi del punto 2.6 della direttiva ministeriale, la procedura d'iscrizione d'ufficio della notizia ai sensi dell'art.2190 del codice civile. La direttiva precisa, altresì, che l'iscrizione d'ufficio può essere promossa solo nei casi di recesso cosiddetto “ad nutum”  o di casi previsti nel contratto sociale che non implichino valutazioni di merito da parte dell'Ufficio Registro Imprese.

 

DECESSO DEL SOCIO DI SNC O SAS (rif. normativi: Artt. 2284, 2300, 2315 c.c. e direttiva Min. Sviluppo e Min. Giustizia del 27 aprile 2015).

Termine: 30 giorni dalla data del decesso.

Obbligato: Ogni socio amministratore o l'amministratore provvisorio se restano solo soci accomandanti.

Tipo documenti: Dichiarazione sostitutiva resa dal socio amministratore.

Importi: Imposta di bollo € 59,00.Diritti di segreteria € 90,00.

Modulistica: Codice atto A99; Modulo S2; Modulo Intercalare P di modifica per iscrivere la notizia del decesso sulla posizione del socio.

Avvertenze: I soci rimasti debbono comunque procedere alla modificazione dei patti sociali, con atto pubblico o scrittura privata autenticata.

 

 

RECESSO DEL SOCIO DI S.N.C. O S.A.S. (rif. normativi: Artt. 2285, 2300, 2315 c.c. e direttiva Min. Sviluppo e Min. Giustizia del 27 aprile 2015).

Termine: 30 giorni dalla data di efficacia del recesso.

Obbligato: Ogni socio amministratore o l'amministratore provvisorio se restano solo soci accomandanti.

Tipo documenti: Comunicazione unilaterale del socio e dichiarazione sostitutiva resa dal socio amministratore.

Importi: Imposta di bollo € 59,00.Diritti di segreteria € 90,00.

Modulistica: Codice atto A99; Modulo S2; Modulo intercalare P di modifica per iscrivere la notizia del recesso sulla posizione del socio.

Avvertenze: Recesso ad nutum (con preavviso): Nel caso in cui la società sia contratta a tempo indeterminato o per tutta la vita di uno dei soci il recesso deve essere comunicato a tutti gli altri soci con un preavviso di almeno tre mesi. Il recesso e' efficace decorsi tre mesi dall'ultima ricezione delle comunicazioni ai soci. Recesso per giusta causa: Il recesso ha efficacia immediata a decorrere dal ricevimento delle comunicazioni. Il socio può recedere anche nei modi e nei casi previsti dal contratto sociale. I soci rimasti debbono comunque procedere alla modificazione dei patti sociali, con atto pubblico o scrittura privata autenticata.

 

 

ESCLUSIONE DEL SOCIO DI S.N.C. O S.A.S. A SEGUITO DI DELIBERAZIONE/DECISIONE NEL CASO DI SOCIETA' CON PIU' DI DUE SOCI (rif. normativi: Artt. 2286, 2287, 2293, 2300, 2315 c.c. e direttiva Min. Sviluppo e Min. Giustizia del 27 aprile 2015).

Termine: 30 giorni dalla data di efficacia dell'esclusione.

Obbligato: Ogni socio amministratore o l'amministratore provvisorio se restano solo soci accomandanti.

Legittimato: Il notaio.

Tipo documenti: Deliberazione/decisione di esclusione e prova dell'avvenuta ricezione della comunicazione di esclusione da parte del socio escluso.

Importi: Imposta di bollo € 59,00 (il notaio assolve tramite M.U.I - Modello unico informatico). Diritti di segreteria € 90,00.

Modulistica: Codice atto A99; Modulo S2; Modulo intercalare P di modifica per iscrivere la notizia dell'esclusione sulla posizione del socio.

Avvertenze: I soci rimasti debbono comunque procedere alla modificazione dei patti sociali, con atto pubblico o scrittura privata autenticata.

 

 

UFFICIO REGISTRO IMPRESE
CCIAA DI POTENZA
Via dell'edilizia, Potenza

Email: registro.imprese@pz.camcom.it

PEC: registro.imprese@pz.legalmail.camcom.it

 

Responsabile: dott. Vincenzo D'Elicio

Tel.: 0971/412334 - Email: vincenzo.delicio@pz.camcom.it